passato di verdure come farlo

Passato di verdure: gli ingredienti, le verdure e come farlo

Il passato di verdure è un “comfort food” molto appagante e gradito in ogni stagione, quando vogliamo gratificarci con un piatto caldo e nutriente. È vellutato e cremoso, ottimo nella sua semplicità o arricchito con qualche croccante crostino abbrustolito, con un filo di olio extravergine di oliva o con una spolverata di parmigiano grattugiato.
In Italia, passati, minestre e zuppe hanno una lunghissima tradizione, perché rappresentavano la base dell’alimentazione dei nostri avi, che in questo modo valorizzavano i prodotti della terra senza sprecare nulla.
Facile da preparare e pronto in poco tempo, il passato di verdure fatto in casa è un piatto che incontra il gusto di grandi e piccoli: per quanto riguarda i bambini, è un modo per convincerli a mangiare la verdura senza bisogno delle consuete insistenze, ottenendo anzi la loro entusiastica approvazione.
È quasi impossibile trovare due ricette del passato di verdure uguali tra loro: la tipologia di ortaggi utilizzati, la loro quantità, il tempo di cottura e l’aggiunta di altri ingredienti come riso o pasta cambiano a seconda della provenienza geografica e della creatività di chi si mette ai fornelli. In ogni caso, consumare zuppe e minestre di verdura è un ottimo modo per garantirci un sano apporto di preziosi nutrienti.

Preparare il passato di verdure: ogni cuoco ha la sua ricetta

 

Come detto, non c’è una ricetta standard per preparare il passato di verdure; vediamo comunque una delle procedure più diffuse. Prima di tutto si procede a pulire e tagliare tutte le verdure che abbiamo scelto di utilizzare: patate, zucchine, carote e tutti gli altri ortaggi solidi devono essere tagliati in cubetti di regolare dimensione; le verdure a foglia, una volta lavate, vanno unite così come sono, a meno che non siano troppo voluminose e debbano essere anch’esse tagliate.
Poi si scalda un giro d’olio in una pentola capiente, e si soffrigge una cipolla finemente tritata.
Una volta che la cipolla risulta dorata, è possibile aggiungere le nostre verdure, coprire la pentola e attendere che appassiscano, rilasciando i liquidi contenuti. Alcune ricette prevedono anche una parte di legumi, che rendono il passato ancora più denso, nutriente e vellutato. Possiamo cuocere le verdure con la semplice aggiunta di acqua oppure, per un passato ancora più sostanzioso e saporito, coprire le verdure con brodo di carne; si deve mantenere la fiamma bassa e lasciare che la cottura si completi fino a quando tutte le verdure saranno ben cotte.
Infine, con un frullatore a immersione o altro strumento idoneo si procede a mixare e frullare il tutto, fino a ottenere una consistenza vellutata e uniforme. Finalmente il passato di verdure è pronto per allietare la vostra tavola.
Se lo si prepara in abbondante quantità, il passato di verdure si conserva in frigorifero per un giorno, oppure in freezer per tre mesi; meglio indicare sul contenitore la data di congelamento, così ci ricorderemo di consumarlo entro il termine consigliato.

Passato di verdure Insal’Arte: la natura nel piatto

 

Il mercato offre una grandissima varietà di passati e minestre pronti, proposti in scatola, surgelati, disidratati e in brick. Ognuno di questi prodotti ha una sua specifica ricetta, una gamma variabile di verdure utilizzate e soprattutto una serie di componenti aggiunti. Possiamo dunque trovare, in proporzione variabile:

  • Conservanti e addensanti
  • Esaltatori di sapidità e altri aromi
  • Glutammato e altri regolatori
  • Farine e lieviti

 

Il passato di verdure Insal’Arte, che fa parte della gamma dei prodotti già cotti e pronti da gustare, è invece completamente naturale, privo di coloranti, conservanti, glutammato e senza ogm. È composto solo da verdure attentamente selezionate e controllate durante l’intera filiera produttiva (patate, bieta, spinaci, verza, zucchine, carote, sedano, cipolla, porro), una parte di legumi (fagioli cannellini, fagioli borlotti, piselli) e condito solo con olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Una ricetta semplice, a base di ingredienti freschi e genuini, che porta sulla vostra tavola tutto il gusto e le proprietà nutrizionali dei prodotti che la compongono.
Il passato Insal’Arte viene proposto in pratiche vaschette da 310 o 620 grammi, pronto da scaldare in microonde oppure direttamente in pentola. Può essere gustato così com’è, o con l’aggiunta di qualche crostino dorato, di parmigiano grattugiato e pasta.

 

passato di verdure pronto

(Passato di verdure pronto)

Torna a Zuppe e vellutate