pasta e fagioli ingredienti e tradizione

I segreti della pasta e fagioli e la tradizione veneta

La pasta e fagioli è un piatto tipico italiano, e come spesso succede con le nostre tradizioni gastronomiche ne esistono numerose varianti regionali. Quale sia la vera zona d’origine di questa preparazione è incerto, perché la sua storia è antichissima e sono molte le aree che ne rivendicano la paternità; le due regioni che con maggiore sicurezza includono la pasta e fagioli nell’elenco dei propri piatti tipici sono il Veneto e la Toscana.

Ciò che sappiamo con certezza è che si tratta di un piatto fra i più caratteristici della nostra penisola, ed è proprio a causa di questa grandissima popolarità e diffusione che diventa difficile stabilire quale sia la ricetta originale.

La tipologia di fagiolo che consumiamo tuttora venne fu introdotto dall’America intorno al 1530; l’uso di cuocere insieme fagioli e pasta risale probabilmente al periodo di poco successivo. Per la semplicità di coltivazione e il valore nutritivo il fagiolo entrò ben presto a far parte della dieta mediterranea, e ancora oggi è un piatto molto apprezzato, che possiamo preparare a partire dall’ingrediente fresco così come trovarlo in scatola o surgelato. Insal’Arte propone la pietanza già pronta per essere mangiata.

La pasta e fagioli è un piatto ricco e nutriente

 

La pasta e fagioli è un piatto semplice e amato da tutti. In alcune tradizioni regionali, comprese quelle del Veneto e della Toscana, alla pasta e fagioli vengono aggiunti cubetti di cotica, lardo o prosciutto, rendendo la pietanza ancora più saporita e nutriente, adatta al consumo nella stagione fredda quando aumenta il nostro bisogno di apporto calorico. 

Come personalizzare la pasta e fagioli

 

Come detto, quando parliamo di “pasta e fagioli” in realtà facciamo riferimento a una grandissima varietà di preparazioni: con o senza l’aggiunta di pomodoro, più o meno densa, con pasta di grano duro o con pasta all’uovo: la possibilità di personalizzarla con l’aggiunta di ingredienti vari rende la pasta e fagioli una pietanza che lascia ampio spazio alla creatività.

C’è molto margine di scelta anche nella selezione degli ortaggi da aggiungere: si possono associare cubetti di patata, qualche foglia di cicoria, o il classico mix di cipolla, sedano e carote. Per quanto riguarda gli aromi, la ricetta cambia a seconda del gusto individuale o della tradizione regionale che si decide di seguire; i più comuni sono pepe, rosmarino, salvia e prezzemolo.

La pasta e fagioli Insal’Arte, fra creatività e tradizione

 

Ma veniamo ora all’ingrediente principale, sua maestà il fagiolo. Prima che venissero introdotte in Europa le varietà oggi più diffuse, cioè il borlotto e il cannellino, provenienti dall’America centrale, in Italia si usava una tipologia di fagiolo appartenente al genere “Vigna”, di origine subsahariana. Ma poi i fagioli del genere “Phaseolus” hanno rapidamente soppiantati quelli usati in precedenza, perchè sono più facili da coltivare e più produttivi.

Un piatto così popolare e amato non poteva certo mancare nell’offerta Insal’Arte di zuppe e minestroni cotti e pronti da gustare. Per la nostra ricetta abbiamo scelto i fagioli borlotti, la varietà più coltivata in Italia. Si tratta di un fagiolo grande, riconoscibile per l’intenso colore rossiccio, dal sapore deciso, ricco di tutte le proprietà nutritive proprie di questo legume.

La pasta e fagioli Insal’Arte è condita con passato di pomodoro, olio evo, sedano, carote, cipolle e sale: gli ingredienti base delle tradizioni regionali, per un piatto semplice, gustoso e gradevole sia caldo che freddo. A piacimento, può essere resa ancora più gustosa con una spolverata di parmigiano grattugiato o con l’aggiunta di un pizzico di pepe. Disponibile in pratiche vaschette da 310 e 620 grammi, è un piatto che sa solleticare il palato ricordando la tradizione e offrendo un alto contenuto di servizio. 

pasta e fagioli già pronta

(Pasta e fagioli pronta)

Torna a Zuppe e vellutate