caosa mangiare prima di andare in bici

Cosa mangiare prima di andare in bici

Il ciclismo è uno degli sport più amati e praticati in Italia, a tutti i livelli, da quello agonistico all’amatoriale, fino alla semplice scampagnata domenicale in compagnia di tutta la famiglia. Sia che si tratti di una gara, di un allenamento o di un’uscita in bicicletta, è comunque sempre importante prestare grande attenzione a cosa mangiare prima e dopo l’attività fisica e a come idratarsi correttamente durante lo sforzo, specialmente se prolungato e a temperatura elevata. Una corretta alimentazione, infatti, permette di affrontare i chilometri da percorrere con la giusta riserva energetica, senza sentirsi eccessivamente affaticati o appesantiti. Vediamo quindi insieme cosa mangiare prima di andare in bici per essere al top della forma.

 

Cosa mangiare prima di andare in bici al mattino

 

In linea generale, il primo elemento da tenere in considerazione è il tempo che intercorre tra il pasto e il momento di iniziare a pedalare. Per evitare fastidiosi disturbi e non compromettere la performance, sarebbe indicato mangiare almeno tre ore prima di inforcare la bici. Se il tempo a disposizione è minore, ad esempio nel caso di un allenamento o di un giro di buon mattino, le ore possono essere ridotte a due; in tal caso, però, anche la quantità di cibo dovrà essere diminuita per non correre con lo stomaco ancora eccessivamente pieno.

Ma cosa è meglio mangiare prima di un giro in bici al mattino? Se si predilige la colazione dolce è possibile consumare pane, meglio integrale, oppure fette biscottate con marmellata o miele, uno yogurt o un bicchiere di latte con della frutta secca e un buon estratto di frutta e verdura, come quello di finocchio, a base di mela, ananas, sedano e finocchio o quello di melagrana.

estratto di melagrana

Se invece si preferisce la colazione salata, molto indicata per gli sportivi (link all’articolo sulla colazione degli sportivi), si può accompagnare del pane di segale con del prosciutto o un formaggio fresco spalmabile o, in alternativa, delle uova alla coque.

 

Cosa mangiare prima di andare in bici al pomeriggio

 

Il pranzo prima di una pedalata deve essere bilanciato, leggero ma molto nutriente. Largo quindi a tutti i tipi di cereali: riso Venere nero integrale o un mix di farro e orzo con le verdure, ma anche un del bulgur con quinoa conditi con ceci, carote e zucchine, aromatizzati al rosmarino. A seguire, un’insalata è quanto di più indicato per completare il pasto rimanendo leggeri. Perfetti in tal senso i Mix in ciotola di Insal’Arte: quattro proposte di insalate miste già pronte con abbinamenti stuzzicanti e appetitosi, per coniugare gusto e benessere. Scopri la linea completa e i diversi mix di ingredienti!

piatto pronto la venere con riso

Abbiamo visto cosa mangiare prima di un allenamento in bici, cosa invece, sarebbe meglio evitare di assumere? Piatti dalle cotture pesanti, pietanze molto speziate, bevande alcoliche, grosse quantità di caffè e, a fine pasto, dolci e frutta, che rallenterebbero ulteriormente la digestione.

 

Cosa mangiare durante un’uscita in bicicletta

 

Se l’uscita si protrae oltre le due ore si potrebbe verificare quella che in gergo viene chiamata “crisi di fame”. Per evitarla è bene avere con sé qualche spuntino semplice e veloce da consumare, come un panino al latte con la marmellata, un biscotto, qualche galletta di riso o delle barrette di cereali, ma anche dei succhi e dei comodi estratti di frutta. Fondamentale infatti è mantenersi costantemente idratati – e questo vale anche per le uscite più brevi –, bevendo molta acqua ed eventualmente reintegrando i liquidi persi con sali minerali e integratori appositi.

 

Cosa mangiare dopo un allenamento in bici

 

Dopo aver tanto faticato, è giunto finalmente il momento di mettersi a tavola e recuperare le energie. Senza esagerare strafogandosi, e di conseguenza vanificando gli sforzi fatti, concedersi un lauto pasto per premiarsi e ricaricare le batterie è tutt’altro che una cattiva abitudine. E visto che dopo un allenamento le proteine sono particolarmente indicate ci si può concedere una bella zuppa di legumi: una zuppetta di fave e piselli, una zuppa pugliese, con piselli e cime di rapa o un minestrone leguminoso arricchito di ceci, lenticchie, fagioli neri, borlotti e cannellini. Oppure una suadente vellutata, come una velluta di funghi misti con porcini e una di porro. Nessun tipo di limitazione per quanto riguarda invece la verdura, cruda o cotta: spinaci al vapore, Radicchio Rosso di Treviso alla griglia, insalatine di ogni tipo o, per chi ama i sapori raffinati, un mix di indivia riccia, rucola e radicchio rosso conditi con un dressing a base di Aceto balsamico di Modena con mirtilli rossi e miele.

L’importante è non farsi mai trovare sprovvisti in casa di qualche insalata pronta, come quelle proposte da Insal’Arte: comode, fresche e di qualità garantita, sono ottime come contorno, per completare il pranzo prima di salire in sella o per riprendersi da sprint, saliscendi e grandi sudate sotto il sole.

Scopri le ricche insalatone della linea Pausa Pranzo, la linea dei mix in ciotola e le gustose ciotole in collaborazione con Calvé!

Torna a Idee per pausa pranzo e cena