radicchio rosso

Perchè il radicchio è amaro? Consigli e segreti

L’autunno segna l’inizio della lunga stagione del radicchio, in particolare delle varietà legate alle temperature fredde, come i pregiati radicchi veneti IGP che attirano l’attenzione con i loro suggestivi colori.
Il radicchio è un ortaggio estremamente versatile, squisito sia crudo che cotto al forno o in padella. È anche un ottimo ingrediente, presente nella preparazione di numerose ricette di primi piatti di pasta o riso, ed è adatto a preparare fantasiosi stuzzichini per l’aperitivo, contorni saporiti per ogni tipo di pietanza e sfiziose insalate. Il sapore gradevolmente amaro, dovuto alla presenza di molecole dette guaianolidi, è una sua caratteristica tipica e risulta particolarmente spiccato in alcune varietà.
Alcuni palati però non apprezzano i sapori troppo marcati e pungenti; fortunatamente, esistono svariati metodi semplici ed efficaci per ammorbidire il sapore amaro del radicchio, rendendolo più appetibile per tutti.

 

Togliere l’amaro dal radicchio, alcuni trucchi.

 

Se dovete utilizzare il radicchio nelle insalate e nelle altre ricette che ne richiedono l’uso al crudo, lo si può tagliare a fettine sottili che immergeremo in una ciotola d’acqua fredda alla quale abbiamo aggiunto un cucchiaio di aceto e uno di succo di limone. Dopo un ammollo di circa un’ora, il gusto amaro sarà notevolmente ridotto e il radicchio può essere lasciato asciugare per poi essere utilizzato nella nostra preparazione.
Se invece la ricetta prevede che il radicchio venga cotto, per esempio nei risotti o nei sughi per condire la pasta, l’eccesso di amaro sarà eliminato sbollentandolo in acqua per qualche minuto.
Se avete fretta e non volete attendere i tempi necessari all’ammollo o alla cottura, potete semplicemente utilizzare solo la parte delle punte, dal momento che l’amaro si concentra soprattutto nelle nervature bianche centrali. Utilizzerete le coste in un secondo momento, per preparare una delle tante ricette che prevedono l’uso di questo eclettico ortaggio.

Ovviamente, tutti questi rimedi non serviranno se anche voi siete tra le tantissime persone alle quali il radicchio piace così com’è, piacevolmente amarognolo e pungente.
Esistono numerose varietà di radicchio, distinte in base al tipo di foglia e al colore dominante, oppure in base al periodo di raccolta: in linea di massima, si definiscono precoci quelli diffusi tra ottobre e novembre, e tardivi quelli raccolti in pieno inverno, da dicembre in poi. Sono proprio le varietà tardive quelle caratterizzate da un gusto più intenso, e quindi maggiormente apprezzati dagli estimatori dei sapori decisi.

 

I radicchi IGP nella gamma Insal’Arte.

 

Il radicchio rosso di Treviso IGP si distingue per l’inconfondibile forma lanceolata, con le foglie strette che spesso terminano in un tipico ricciolo, unite alla base da una porzione di radice intagliata, come da tradizione. Ha un sapore particolarmente intenso, e spesso lo si abbina a ingredienti dolci per creare un piacevole contrasto di sapori. Questa varietà gustosa e croccante è proposta da Insal’Arte in vaschette da 250 grammi, già lavata e pronta da gustare, tagliata in quarti di cespo ideali per la cottura alla griglia ma adatti a qualunque altro tipo di preparazione, come lo squisito Risotto di Radicchio, robiola e noci del quale potete consultare la ricetta sul nostro sito.

radicchio rosso di treviso IGP

(Radicchio Rosso di Treviso I.G.P)

È gustosissimo anche il radicchio variegato di Castelfranco IGP, che si distingue per le foglie ampie e frastagliate, il cui colore bianco crema è ravvivato da piccole macchie violacee. Ha un sapore più delicato rispetto alle altre varietà, e in cucina offre il meglio di sé con le cotture leggere, che non ne alterano troppo la caratteristica croccantezza.

radicchio variegato di Castelfranco IGP

(Radicchio Variegato di Castelfranco I.G.P)

Anche questo dono della terra veneta è presente nella gamma Insal’Arte, già lavato in pratiche buste da 200 grammi oppure in abbinamento con il Radicchio Rosso di Treviso, per chi ama accostare i sapori.
Con Insal’Arte potete gustare il radicchio al meglio, appena colto e fragrante, pronto a fornirvi la vostra quotidiana porzione di gusto, nutrimento e benessere.

Torna a Frutta e verdura: curiosità e idee in cucina