Cos'è il bulgur?

Cos’è il bulgur? La tradizione mediorientale

Con l’esotico nome bulgur si indica una miscela di grani duri prodotti a partire da frumento integrale, che viene fatto germogliare, cotto a vapore, essiccato e infine macinato. In base al tipo di macinatura si suddivide il bulgur in tre diverse categorie: quello di grana fine, assimilabile a una farina, quello di grana grossa, utilizzato soprattutto nelle minestre, e il bulgur di grana media, adatto alla preparazione di piatti freddi e insalate. Nella cucina araba viene utilizzato per il tabbouleh, un’insalata tipica a base di bulgur, con prezzemolo, cipollotti e menta tritati fini cui vengono aggiunti pomodoro e cetrioli a cubetti, condita con succo di limone e olio d’oliva. Un piatto fresco e semplice, facile da preparare, che si sta diffondendo anche in occidente come alternativa alle nostre tradizionali insalate di riso o pasta.

Il bulgur: un ottimo ricostituente naturale

 

In Italia il bulgur è conosciuto da relativamente poco tempo, ma sta rapidamente sostituendo il più popolare cous cous nella preparazione di piatti freddi e insalate. Con il cous cous ha delle caratteristiche in comune, visto che entrambi vengono preliminarmente cotti a vapore, poi essiccati e infine macinati.

Malgrado la somiglianza, bulgur e cous cous si differenziano però in diversi aspetti:

• Il bulgur deriva da semi germogliati, il cous cous da semi non germogliati;
• Il bulgur è composto da semi integrali completi di crusca, mentre il cous cous non ne contiene;
• Il bulgur è prodotto frantumando i semi grossolanamente, il cous cous si macina più finemente e viene setacciato.

Il bulgur si trova con facilità nei negozi di alimentari biologici, ed è sempre più presente sugli scaffali dei supermercati meglio forniti, sia crudo che precotto. In entrambi i casi la sua preparazione è semplice e richiede poco tempo: il bulgur crudo va fatto bollire per circa 15 minuti in una quantità d’acqua pari a 2 volte e mezzo il suo volume, mentre il precotto, che ha già subito un processo di cottura a vapore e di essiccazione, va fatto rinvenire con l’aggiunta di acqua calda che lasceremo assorbire fino a quando il composto diventa freddo.

Il bulgur nei piatti pronti Insal’Arte

 

Con il bulgur si possono preparare insalate, zuppe e piatti unici, accostandolo a verdure fresche e altri ingredienti, ottenendo piatti appetitosi ed equilibrati dal punto di vista nutrizionale.
Nella gamma Insal’Arte dedicata alla pausa pranzo lo troviamo in abbinamento con la quinoa, altro alimento ricco di proprietà nutritive originario del Sud America. Nell’insalata pronta Bulgur e Quinoa viene impreziosita con l’aggiunta di indivia riccia, rucola e radicchio rosso per ottenere un piatto gustoso, digeribile e leggero, pratico da portare con sé in ufficio, in spiaggia e dovunque si desideri avere un pasto pronto e pratico da consumare.

Insalata già pronta con bulgur e quinoa

(Insalata pronta con bulgur e quinoa)

Nella nuova linea “Il buon piatto” il bulgur è presente nel piatto pronto Rosemary, sempre con quinoa, più carote e zucchine a rondelle, ceci e rosmarino. Un pasto profumato, freschissimo e nutriente, confezionato in una pratica vaschetta da 310 grammi, naturale al 100%, privo di coloranti, conservanti e senza glutammato o altri insaporitori aggiunti, perché la fragranza è assicurata dalla qualità degli ingredienti e dall’aggiunta di un filo di olio evo.

Piatto pronto con bulgur e quinoa

(Piatto pronto con bulgur, quinoa e rosmarino)

Come tutti i frumenti, anche il bulgur è un ingrediente base per chi sceglie di seguire un regime vegetariano o vegano, ma anche semplicemente per chi vuole integrare la propria alimentazione con un prodotto nutriente, digeribile e sano.

Scopri le insalate pronte di Insal’arte e i piatti pronti composti da ingredienti che abbracciano la tradizione culinaria italiana, ideali per chi ha poco tempo e non vuole rinunciare al gusto.

Torna a Frutta e verdura