come mangiare la melagrana

Estratto di melagrana, ecco come mangiare questo particolare frutto!

La melagrana è un frutto unico nel suo genere, e non solo per la forma così particolare. Il primo a elogiare le proprietà e le virtù della melagrana fu Ippocrate, il padre della medicina; le sue considerazioni furono poi riprese dalla scienza contemporanea, che in larga parte ha confermato i tanti benefici che il regolare consumo di questo frutto porta all’organismo.

Il termine botanico con cui si denomina la melagrana è “balausta”: sostanzialmente, si tratta di una bacca che si sviluppa dal calice del fiore, che nel frutto maturo forma quella sorta di graziosa e inconfondibile “coroncina” che si trova sul lato opposto a quello del picciolo. La buccia è coriacea e resistente, per proteggere i numerosissimi chicchi commestibili, circa 600 per ogni melagrana. I chicchi, detti anche arilli, sono lucidi e brillanti, di un inconfondibile colore rosso intenso, e all’interno nascondono un piccolo seme legnoso.

Nel mondo antico la melagrana era considerata un vero e proprio miracolo della natura, simbolo di abbondanza, fertilità e longevità. Questa fama era probabilmente dovuta alla straordinaria resistenza della pianta, originaria del sud est asiatico e da lì diffusa in tutto il mondo, capace di crescere e fiorire anche in situazioni ambientali difficili. Si è infatti agevolmente adattata al caldo clima estivo e alle rigide temperature invernali tipiche del bacino mediterraneo, dove venne introdotta anticamente.

Per gustare una melagrana fresca serve un po’ di lavoro. Non è infatti semplicissimo aprirla e separare i chicchi. Ecco di seguito il procedimento: si posiziona il frutto sul tagliere, si rimuove la calotta superiore, poi lo si ripartisce in quattro spicchi con un taglio poco profondo; una volta incisa la buccia, la melagrana si suddivide con facilità. In commercio esistono anche degli appositi “sgranatori” che agevolano l’intera operazione e soprattutto ci risparmiano le inevitabili macchie rosse su tutta la zona in cui si svolge l’operazione.

melagrana aperta con chicchi

(Melagrana aperta con chicchi)

L’estratto di melagrana

 

I chicchi di melagrana sono una vera risorsa in cucina, e possono essere utilizzati in svariati modi. Possiamo aggiungerli ai cereali della prima colazione, e anche alle macedonie e alle insalate: daranno sempre un tocco di sapore, freschezza e colore in più, oltre a fornirci tutti i preziosi nutrienti che contengono. Nella linea “Love” degli estratti di frutta e verdura Insal’Arte l’estratto di melagrana è valorizzato dall’associazione con estratto di mela e con l’aggiunta di una piccola parte di succo di limone, per un sapore unico e deciso.

Il processo di estrazione a freddo preserva tutte le proprietà nutrizionali del frutto, oltre a mantenerne intatti il gusto e il colore, senza aggiunta di conservanti, coloranti, zucchero o altri additivi. Le pratiche bottigliette da 250 e 500 ml possono essere portate con sé al lavoro o dovunque si vada, per una ricarica di energia sempre a disposizione. Delizioso a colazione e in qualunque altro momento della giornata, l’estratto di melagrana Insal’Arte diventerà una piacevole e rigenerante abitudine quotidiana.

 

estratto di melagrana

(Estratto di melagrana)

Torna a Estratti